Nata nel 1962 in Garfagnana (LU), dove vive e lavora. All’età di undici anni riceve in dono dal padre una fotocamera “Olympus” con la quale inizia da autodidatta un percorso di formazione. Dedita con naturale inclinazione e spiccata passione alla fotografia di reportage, nel ‘95 si associa al Fotocine Garfagnana e si affaccia con successo immediato al mondo dei concorsi fotografici nazionali dove, in soli 8 anni, si aggiudica circa 50 premi, tanto da essere insignita nel 2003 del titolo di AFI (Artista della Fotografia Italiana). Accarezzando fin dall’inizio l’idea del portfolio quale mezzo più idoneo per esprimersi artisticamente, ha realizzato le opere più premiate in Iran, in Senegal, a Cuba, in Sardegna e in Garfagnana. Dopo il 2004, che è l’anno di “Sale Nero” (1° Premio al “Fotoconfronti” di Bibbiena e 2° alla finale di “Portfolio Italia”), subisce una pausa di “digitalizzazione” che durerà fino al 2011 quando, con l’opera “A dislivello del mare”, vince il premio speciale al “Face Photo News” di Sassoferrato. Ancora nel 2013, con il lavoro “La morte si sconta vivendo” si aggiudica il secondo premio al “4° Portfolio dello Strega” e la selezione finale di “Portfolio Italia 2013”. Numerose sono le mostre personali e collettive, dal Veneto alla Sicilia, in questi anni. E ancora: pubblicazioni su libri fotografici e riviste di settore quali Fotoit, Fotografare, Photo, cataloghi Canon ecc.; partecipazioni a manifestazioni nazionali, convegni, tavole rotonde, giurie, serate a invito. Nel 2015 viene inserita dalla FIAF fra i dieci fotografi nazionali “Testimonial Samsung” prescelti nella realizzazione del progetto “Tanti per Tutti” dedicato al mondo del Volontariato Italiano. Con il lavoro “L’inquiLinea del 2014” e il portfolio “L’aspetto in Volontario” si ripropone nel 2015 e nel 2016 al mondo fotografico nazionale, ottenendo grande apprezzamento di pubblico e di critica. Nel 2016 “L’aspetto in Volontario” è pubblicato su Famiglia Cristiana ed altra stampa a carattere nazionale, mentre l’opera “L’InquiLinea” viene stampata 10 metri x 3 metri ed esposta in via permanente nell’ambito di “Bibbiena, Città della fotografia”. Nel 2016 la Fiaf le assegna il titolo di IFI (Insigne della Fotografia Italiana). Nel 2017 pubblica il lavoro “Barconi d’alto Bordo”, interamente realizzato a bordo delle navi da crociera. L’opera verrà sposta in occasione di vari festival fotografici italiani. Nel 2018 la Fiaf la nomina Autore dell’Anno e ne realizza la monografia “Una privata consapevolezza”, mentre nel 2021 viene prodotto e pubblicato l’audiovisivo della Collana Multimediale Fiaf che ne ripercorre la storia artistica. Nel 2022 con “Adagio Napoletano” si aggiudica il premio “Fosco Maraini”, il primo premio al “Porfolio in Rocca” di San Felice sul Panaro e il secondo premio alla finalissima di “Porfolio Italia”.  Nel 2023 la Federazione la nomina MFI “Maestra della Fotografia Italiana”.