Descrizione Progetto

1° Premio a “RES(P)E(C)T” di Nazzareno BERTON e Sergio CARLESSO di Riese Pio X (TV)

(Portfolio composto da 14 immagini a Colori realizzate nel 2014) con la seguente motivazione:

«”RES(P)E(C)T” è una dichiarazione di libertà, è l’espressione del desiderio di riappropriarsi dei valori della natura e, nel contempo, è un atto di devozione e di rispetto nei confronti di essa. Gli Autori, nel rappresentare le magiche atmosfere dei luoghi visitati, ci regalano le loro interpretazioni espresse con toni pacati e riguardosi».

RES(P)E(C)T

(Reset/2° parte)

Autori: NAZZARENO BERTON e SERGIO CARLESSO

“RESET nasce dalla volontà di liberarsi (…), per ritrovare la magia del quotidiano e riscoprire un rapporto “rilassato” con la natura, riprendendo possesso dei luoghi. (…) Indagare la realtà, rileggerla e modificarla diventa un modo di immedesimarsi in essa”. Ma davvero si tratta sempre di “immedesimazione”? O ancora una volta l’egocentrismo ci porta a dichiarare la superiorità sugli altri e sulla natura? “Ogni luogo ha vita propria, ha un’ essenza da scoprire: intervenirvi fisicamente, interferendo sui normali equilibri, permette di appartarsi ulteriormente dal mondo esteriore esaltando il coinvolgimento in storie silenziosamente presenti, anche se non immediatamente percepibili”. Cerchiamo di capirle, non di cambiarle tentando di diventarne i protagonisti: RES(P)E(C)T.

Gli autori

Sergio Carlesso e Nazzareno Berton sono accomunati dalla passione della fotografia e dall’amicizia, oltre che dalla frequentazione dell’Associazione Culturale Ezzelino Fotoclub da oltre 25 anni. Dal 2009, oltre a continuare la propria personale ricerca, sviluppano progetti comuni su temi relativi la rilettura del paesaggio e del territorio, operando con voluta lentezza e lunga frequentazione dei luoghi al fine di percepirne le peculiarità. Gli interventi sul territorio, presenti in tutte le immagini, sono un mezzo per obbligarsi a capire, o meglio, a “sentire”, una modalità per testimoniare la propria percezione o l’essenza del luogo.

Con i loro lavori “Reset” (2° classificato al “Portfolio dell’Ariosto 2009”, 3° a RoveretoImmagini 2009, vincitore del premio “L’immagine sospesa/ Tre Oci Venezia” nel 2013), “Cinquantaquattromiladuecentoottantanove” (1° a RoveretoImmagini 2012) e “Res(p)e(c)t” (1°classificato al Portfolio dell’Ariosto 2014) sono risultati finalisti del Premio “Portfolio Italia” nel 2009, 2012 e 2014.