Tessera sociale 2024. L’immagine scelta per la tessera è di Pasquale Mariani, autore cui sarà dedicata la mostra estiva.

Incontro con ALESSIO BADALASSI

Martedì 5 Marzo nella sede del Circolo Fotocine Garfagnana a Castelnuovo di Garfagnana incontro con ALESSIO BADALASSI.
Fotografo di Bientina in provincia di Pisa. frequenta da sempre la Garfagnana, attirato dalla natura, dal paesaggio, dalla gente. Ha all’attivo diverse mostre fotografiche realizzate anche in Garfagnana, a Pontecosi e all’Orecchiella.
Si è avvicinato quest’anno al Circolo Fotocine Garfagnana che, seppur venendo da lontano, frequenta con continuità.
Il suo motto è “la fotografia fatta con passione” e le immagini che presenterà lo dimostreranno, già il fatto di venire da lontano è del resto testimonianza di passione.

A Gallicano mostra delle foto di OBIETTIVO ITALIA – Censimento fotografico

 “MI SIEDO, MI RIPOSO E PENSO… n.2”  Mostra di Tommaso Teora

CORSO DI FOTOGRAFIA LIVELLO BASE

Il 5 Aprile 2024 ha preso avvio il corso di fotografia di base (12 incontri), rivolto a coloro che desiderano avvicinarsi alla teoria e alla pratica della fotografia con i vari argomenti in programma affrontati in maniera semplice e graduale, non dimenticando che una buona fotografia nasce non solo da una serie di scelte legate ad aspetti di natura tecnica, ma anche dalla capacità di sviluppare una sensibilità estetica e visiva verso il mondo che ci circonda.
Il corso si articola in dieci lezioni frontali, coadiuvate dal supporto di diapositive digitali ed audiovisivi e due uscite in esterno utilissime per trasformare la teoria  in pratica. Il corso è tenuto da MARCO BARSANTI

Fotoamatori e diapositive. Per un archivio dei fotoamatori della Garfagnana.

Il Circolo Fotocine Garfagnana avvia un progetto per il recupero della memoria storica contenuta nelle scatole di diapositive che tanti fotoamatori dal 1980 agli anni 2000, hanno accumulato negli armadi delle proprie case, destinate probabilmente ad una triste fine.
Chiediamo agli autori di affidare al Circolo 100 diapositive, ci proponiamo di digitalizzarle ed inserirle in un archivio perché resti memoria dell’autore e testimonianza del contenuto.
Per informazioni e adesioni contattare info@fotocinegarfagnana.it

Incontro con  Nicoletta Cerasomma

Martedì 23 aprile in Sala “L.Suffredini” in Piazzetta Ariosto, ospite del Circolo Fotocine Garfagnana la fotografa Nicoletta Cerasomma, che a Castelnuovo Garfagnana ha vinto in Agosto il Portfolio dell’Ariosto 2023.

Nicoletta Cerasomma è una fotografa e artista pop surrealista che pratica la staged photography.

Dopo aver studiato fotografia prima con Roberto Evangelisti quindi presso lo Studio Marangoni a Firenze, si è dedicata alla fotografia di moda quindi alla foto di scena evolvendo poi ad artista indipendente focalizzata sulla produzione di tableaux fotografici.

Il suo lavoro è altamente concettuale e complesso: come artista surrealista incorpora archetipi e iconografia culturale con narrazioni satiriche ispirate all’inconscio collettivo. Appoggiandosi al linguaggio visivo del surrealismo pop, mette in scena composizioni narrative che mettono a nudo il ventre della vita moderna. Nicoletta si ispira alla dicotomia dei temi Bellezza e Decadimento che ama incorporare nelle sue opere per evocare la contemplazione e il dibattito sulla condizione umana, attraverso immagini fisse vivide e provocatorie e una tecnica cinematografica.

Dal 2020 ha ottenuto numerose nomination e premi grazie al suo lavoro che raffigura donne inserite in scenari suggestivi. Presentato per la prima volta al Sony World Photography Award, il suo lavoro è stato selezionato come finalista vincitore nella categoria creativa. Ha anche vinto il Julia Cameron Award, il premio Pollux e nominata talento dell’anno 2021 da Fresheyes e Gup Magazine.

Il portfolio “Velvet Waves”, vincitore del Portfolio dell’Ariosto 2023 e quindi finalista di Portfolio Italia, si ispira alla storia di Maria Luisa di Borbone che fu duchessa di Lucca. Durante il suo regno, Lucca conobbe un nuovo Rinascimento. Il suo buon governo fu ispirato dalla saggezza, dalla misericordia e dalla prosperità. Ha fondato scuole di formazione per l’educazione femminile e ha sostenuto artiste donne in un mondo dominato da figure maschili. Recentemente ha presentato i suoi lavori in una personale in Santa Caterina a Lucca.

“Il mio intento – spiega Cerasomma – è quello di diffondere l’eredità di tutte quelle donne che hanno avuto un ruolo attivo nella nostra comunità, restituendo loro quel posto nella storia di cui sono state private. Oggi è nostra responsabilità dare loro voce e nello stesso tempo abbattere le barriere che ostacolano la parità di genere. Un tema di strettissima attualità dove la tradizione si mescola sempre più al mio vissuto”.

Una bella serata con una fotografia molto pensata, piena di simbolismi, esteticamente molto gradevole, spiegata nei dettagli, ricca di riferimenti storici puntualmente rappresentati. Nicoletta Cerasomma è davvero un’artista che si diverte ad usare la fotografia per comporre i suoi tablaux con riferimenti particolarmente a storie di donne lucchesi celebri ma spesso dimenticate.